medici di famiglia

Medici di famiglia, i nuovi eroi.

Secondo Euromedia research, per oltre 7 intervistati su 10 (il 75,5 per cento) il medico di famiglia ha un ruolo importante

I numeri sono di una larghissima maggioranza. Praticamente quattro assistiti su cinque vedono nel medico di famiglia un punto di riferimento nel quale fare pieno affidamento. Oltre la metà degli italiani, il 55,8 %, si spinge oltre e considera il proprio medico “speciale”. Una percentuale che sale al 62,3 % tra gli over 65.

A rivelarlo l’indagine realizzata da Euromedia research che attesta l’ampia fiducia che gli italiani hanno nei confronti della figura del medico di famiglia e del Ssn.

Medico e paziente hanno un rapporto reale e tangibile

La ricerca è stata condotta su un campione di 2000 cittadini, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Lo studio si è posto come obbiettivo quello di comprendere a pieno quali percezioni e opinioni hanno gli italiani nei confronti della medicina generale e dei medici di famiglia.

Secondo l’indagine il 73,6 % degli intervistati si dice soddisfatto del rapporto con il proprio medico durante la pandemia. Il 55,5 % afferma anche di essere riuscito, in periodo Covid, a instaurare un rapporto “concreto” con il proprio medico di medicina generale e di avere avuto la possibilità di farsi visitare di persona nonostante le difficoltà imposte dal virus.

Per oltre 7 intervistati su 10 (il 75,5 %) il medico di famiglia ha un ruolo importante. Il 22,6 %, invece, ha detto di avere un rapporto con il proprio medico di base che dura da più di 20 anni.

Più della metà degli intervistati, invece, non ha cambiato medico negli ultimi 5 anni e tra quelli che lo hanno fatto, per il 20,5 %, la scelta è stata dettata dal fatto che il proprio dottore ha cessato l’attività. Il 9,4 % invece ha cambiato medico perché quello di fiducia si è trasferito.

Medici e dottori, eroi trascurati nella pandemia

L’indagine di Euromedia research fa emergere un dato importante, l’insoddisfazione emerge tutta dalla parte dei dottori. Oltre 5 medici su 10, il 53,4 %, si sono detti insoddisfatti dell’organizzazione della medicina generale nel proprio territorio durante i mesi della pandemia.

Nello stesso periodo, l’84,7 % si è sentito trascurato dalle istituzioni sanitarie locali, mentre il 94,8 % riferisce di non sentirsi un eroe, anche se un cittadino su quattro, ben il 27,4 %, li considera tali.

Il medico di famiglia da sempre è il punto di riferimento e si distingue per la sua capacità di ascolto e per la pazienza che dimostra giorno dopo giorno. In suo aiuto oggi è disponibile www.segretaria.me, un team di persone ‘vere’ che si prende cura telefonicamente dei pazienti. Il servizio è stata selezionato da ENPAM che riserva ai medici sino al 10% di sconto. Maggiori informazioni sono disponibili a pagina https://www.segretaria.me/medici-terapisti-dottori/ oppure direttamente sul sito dell’ENPAM https://www.enpam.it/convenzioni-enpam/segretaria-me/

Fonte: Euromedia research

    Facendo clic su "Invia" accetta informativa sulla privacy.

    Related posts