Digital Transformation: incentivi per PMI e MPMI italiane.

L’obiettivo della misura è supportare e favorire le Pmi e Mpmi italiane nel processo di trasformazione tecnologica e digitale dei propri processi produttivi.

Dal 15 dicembre 2020 sarà possibile inoltrare domanda di accesso al nuovo incentivo promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e gestito da Invitalia, denominato Digital Transformation.

Il budget a disposizione delle imprese è pari a 100 milioni di euro e possono essere finanziati progetti che puntano alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi attraverso:

– tecnologie abilitanti individuate dal Piano Nazionale Impresa 4.0 (advanced manufacturing solutions, additive manufacturing, realtà aumentata, simulation, integrazione orizzontale e verticale, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data e analytics);

– tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera (finalizzate ad esempio all’ottimizzazione della gestione della catena di distribuzione e della gestione delle relazioni con i diversi attori; al software e alle piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio).

I progetti devono prevedere un importo di spesa non inferiore a 50mila euro e non superiore a 500mila; essere avviati successivamente alla presentazione della domanda e avere una durata non superiore a 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

Requisiti fondamentali delle imprese sono invece:

– Essere iscritte come attive nel Registro delle imprese

– Operare in via prevalente o primaria nel settore manifatturiero e/o in quello dei servizi diretti alle imprese manifatturiere e/o nel settore turistico e/o nel settore del commercio

– Aver conseguito, nell’esercizio cui si riferisce l’ultimo bilancio approvato e depositato, un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a 100mila euro

– Disporre di almeno due bilanci approvati e depositati presso il Registro delle imprese ovvero, nel caso di società in contabilità semplificata, alle ultime due dichiarazioni dei redditi presentate alla stessa data e ai relativi bilanci redatti secondo la IV direttiva CEE in conformità alle scritture contabili aziendali

– Non essere sottoposte a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente.

Si evidenzia che gli incentivi vengono concessi sotto forma di contributi e finanziamenti agevolati e che le domande telematiche pervenute verranno valutate in base all’ordine cronologico di presentazione.

Procedure e invio domanda

Le domande devono essere inviate esclusivamente in via telematica tramite la apposita piattaforma messa a disposizione dal MISE oppure raggiungibile dal sito di Invitalia. Per accedere alla procedura occorre identificarsi tramite SPID, CNS o con il sistema di gestione dell’identità digitale di Invitalia. Le domande devono recare firma digitale.

Fonte: cliclavoro e Invitalia

SEGRETARIA.ME, UN SUPPORTO REALE ALLA TUA ATTIVITÀ.
MIGLIORA IL TUO LAVORO E IL TUO TEMPO!

Related posts