Caccia ai medici in corsia

Carenza medici, in corsia mancano all’appello sempre più anestesisti e ginecologi.

Allarme del sindacato Anaao: quelli che vanno in pensione non sono sostituiti dai nuovi ingressi. Regioni in difficoltà: e c’è chi propone di eliminare il numero chiuso.

Nel 2028, secondo una stima del sindacato dei medici dirigenti, per effetto dei pensionamenti spariranno circa 47000 specialisti.

Tra le categorie di medici sempre più introvabili ci sono soprattutto anestesistiginecologi e pediatri. Dei primi ne mancano circa 4000.

Alberto Villani, presidente della Sip, la società scientifica dei pediatri e primario al Bambin Gesù di Roma:

Il lavoro in corsia è pesante, si fanno turni duri, e con il calo del personale ci si trova in sempre di meno a fronteggiare le richieste di salute dei cittadini. Così con frequenza regolare ricevo chiamate colleghi da tutta Italia che cercano un pediatra per rinforzare i loro organici”.

In un’Italia che non fa figli non si trovano più neanche i ginecologi. Vanno deserti i bandi nelle regioni del Nord, perché non ci sono abbastanza specializzati. Non se ne assumono più nelle regioni del Sud, perché strette nella morsa del piano di rientro dai deficit del passato.

Per far fronte a questa criticità eliminare il numero chiuso é la soluzione ideale? Esprimi la tua opinione.

Fonti: IlFattoQuotidiano – LaRepubblica

[socialpoll id=”2520901″]

 

Fissa gli appuntamenti e chiama i clienti

La segretaria, interagendo con i tuoi clienti, fissa gli appuntamenti, gestisce le agende e i calendari per singolo o multi-studio. Ti invia le informazioni in tempo reale via mail, sms e con notifica App.

Sei occupato e devi fare delle chiamate urgenti?

La tua segretaria può gestire anche le chiamate in uscita aggiornandoti sul loro esito.

Related posts